Linguaggi di programmazione più usati per lavorare

Il mondo del lavoro ormai, si è totalmente trasformato e la richiesta di personale tecnico con specializzazioni informatiche è in perenne fermento ed evoluzione . Sempre più aziende si stanno affacciando al mondo dei linguaggi di programmazione e l’esigenza di esperti in questa specifica tematica è sempre più forte, per cui cominciare a conoscere quali siano i linguaggi di programmazione più usati per lavorare, può rivelarsi molto utile per arricchire il proprio bagaglio di conoscenze e avere la famosa “arma in più” in un periodo storico come quello che stiamo attraversando,nel quale, trovare lavoro è sempre molto complicato.

Leggi anche : Linguaggi di programmazione più usati

Non è più possibile prescindere dalla conoscenza, quantomeno basilare dei linguaggi più comuni, quindi noi di Accessori i-tech, vi consigliamo caldamente di informarvi e incuriosirvi su un argomento ancora in grande sviluppo, destinato a crescere negli anni e a regalare perciò, ottime prospettive occupazionali.

 

Linguaggi di programmazione più usati

 

Programmare è inoltre, un’eccellente opportunità per incentivare la propria passione, se amate i videogames, e ad esempio il vostro sogno è quello di crearne uno tutto vostro un giorno, allora non c’è altro tempo da perdere, questo è il momento giusto per farsi una cultura sull’argomento .

Ma adesso basta chiacchiere, ecco a voi tutti i linguaggi di programmazione più usati per lavorare sul Web e più richiesti, da conoscere e scoprire…

I linguaggi di programmazione più usati per lavorare…

1) JAVA .

Partiamo innanzitutto, da quello che è senza dubbio il linguaggio più diffuso tra addetti ai lavori e non, grazie, soprattutto, al suo ampio utilizzo all’interno del panorama Android. Molte delle utilissime applicazioni di cui facciamo uso giornalmente, sono state create proprio su una base Java.

 

java

 

Facile da comprendere anche per i neofiti del settore che quindi non “masticano” molto di linguaggi di scripting.

Possiamo affermare che si tratti della versione più popolare dei linguaggi di programmazione, quindi, se avete in mente di fare gli sviluppatori, allora vi consigliamo di partire da qui.

 


 

2) PYTHON.

Altro linguaggio di programmazione largamente utilizzato, grazie agli innumerevoli sbocchi applicativi che ci consente, da analisi di tipo statistico dei dati aziendali alle comuni interfacce utente ed app in genere.

Può contare su indubbi punti di forza, come la facilità di apprendimento, l’elevato livello di diffusione in piattaforme e sistemi di svariato tipo, la semplicità della sintassi, comprensibile ed elegante allo stesso tempo anche per programmatori non esperti in questo specifico linguaggio ed infine le numerose funzionalità e le svariate modalità di costruzione delle strutture interne al programma che s’intende realizzare.

 

pythonlogo

 

In pratica Pyton, ci consente di accedere ad uno sconfinato bacino di possibilità senza dover avere necessariamente conoscenze troppo approfondite, per questo è uno dei linguaggi di programmazione più usati per lavorare, anche se non mancano i difetti, come l’obiettiva lentezza rispetto a linguaggi di tipo Java, la comunità di sviluppatori Pyton troppo ristretta e quindi uno scambio di informazioni ancora eccessivamente limitato e la poca idoneità a impieghi multi-core.

Ciò nonostante, siamo certi che il linguaggio di programmazione Pyton, abbia notevoli margini di miglioramento e quindi vada considerato con estrema attenzione.


 

3) C++ .

Se siete dei veri nerd e volete trovare un modo per spingere al massimo le potenzialità del vostro processore, allora il linguaggio C++ è certamente quello che fa al caso vostro.

logo-cpp

 

Questo linguaggio infatti rappresenta l’opzione più adatta per tutte le attività che mettono in stretta correlazione sistemi hardware e software, soprattutto per quei particolari impieghi che richiedono un elevato utilizzo della memoria, come i videogames di ultima concezione per PC, console e smartphone o svariati tipi di software a elevata potenza. In definitiva, il  C++ è, tra i linguaggi di programmazione più usati per lavorare ,quello più idoneo a chi voglia ottenere il top della potenza d’elaborazione di cui si dispone.

Anch’esso è abbastanza semplice da comprendere e non richiede particolari conoscenze pregresse, ma rappresenta la moderna evoluzione del famoso linguaggio di tipo C, vero capostipite dei linguaggi di programmazione, destinato ormai a scopi più ristretti, per lo più per software più elementari, che richiedono una discreta velocità .


4) PHP.

Ovvero il punto di partenza imprescindibile per chiunque voglia sviluppare un proprio spazio Web, grazie alla elevata duttilità e velocità che lo contraddistinguono, è il linguaggio di programmazione usato da chiunque voglia rendere il proprio sito più dinamico e fluido possibile .

Insomma, che vogliate creare un blog o abbiate a disposizione una piattaforma davvero evoluta, questa è la scelta più opportuna, anche se si lavora sistemi tipo WordPress che, pur non richiedendo nozioni da sviluppatore, possono essere nettamente migliorati con opportuni interventi in PHP. Molto importante anche per la realizzazione di template ebay, siti statici e molto altro ancora

 

shutterstock_148312670-680x400

 

Tra i linguaggi di programmazione più usati per lavorare, è certamente uno di quelli che si riesce ad apprendere in minor tempo e ha dalla sua numerosi vantaggi, come l’estesa comunità di sviluppatori su cui contare, il grande livello di compatibilità con ogni sistema operativo sul mercato o l’elevato numero di estensioni a vostra disposizione.

Di contro, dobbiamo riportare alcuni punti a sfavore come: la poca sicurezza da attacchi esterni che garantisce, l’inadeguatezza alle applicazioni desktop e una gestione degli errori di programma non eccezionale.

In linea generale, il PHP resta comunque uno dei linguaggi più validi e da conoscere, sia per fini lavorativi che per la creazione di progetti autonomi su internet, basti pensare che sono la stessa NASA e Facebook ad utilizzarlo.


Dove documentarsi sulla programmazione …

Questi sono senza ombra di dubbio i linguaggi di programmazione più comuni e noi di Accessori i-tech, vi consigliamo di partire proprio da uno di questi per rapportarvi al mondo della programmazione, ma se avete bisogno di un aiuto aggiuntivo per documentarvi, quantomeno sui principi basilari dell’argomento, vi consigliamo di dare un’occhiata ad alcuni siti come: Html.it (con la specifica sezione sulle guide), Manuali.it o Wikibooks, che spiegano in maniera chiara ed intuitiva, “cosa devi fare per imparare a programmare”, accompagnandoti dal primo approccio, sino alle fasi successive in cui creare la propria App, ad esempio.

Leggi anche : Migliori ide per programmare

Il consiglio che diamo a tutti i nostri lettori è quello di dedicarsi con la giusta passione alla conoscenza di un campo davvero molto interessante, perchè anche se non sembra, la programmazione non è assolutamente qualcosa di complicato o adatto unicamente a “inguaribili smanettoni del PC”, dobbiamo renderci conto che internet rappresenta il futuro e per questo motivo, la nuova frontiera per qualsiasi azienda voglia sfruttare a proprio vantaggio la vetrina messa a disposizione dalla rete …

…Non vi resta che farvi trovare pronti perchè, quella dei linguaggi di programmazione, è davvero un’opportunità concreta!!!

 

Summary
Linguaggi di programmazione più usati per lavorare
Article Name
Linguaggi di programmazione più usati per lavorare
Description
Ecco la nostra guida completa sui linguaggi di programmazione più usati, un punto di vista privilegiato sull'opportunità lavorativa
Author
Publisher Name
Accessori-itech.net
Publisher Logo