hosting

Chi decide di creare un sito web ha bisogno di occuparsi di numerose attività, per far sì che il progetto digitale prenda forma e che soddisfi i requisiti per essere considerato solido, affidabile e professionale. La scelta dell’hosting è uno dei passaggi essenziali nel percorso, anche se viene troppo spesso sottovalutata in favore di altri elementi della creazione di un sito web, importanti ma non altrettanto essenziali.

L’hosting infatti è il servizio fondamentale che permette di allocare il proprio website all’interno del web, fornendo sostanzialmente uno spazio virtuale dove ospitare il sito e i suoi contenuti. È intuibile quindi quanto le sue prestazioni possano influenzare pesantemente la qualità del progetto online che si desidera costruire, soprattutto per gli ecommerce che necessitano di risorse qualitativamente superiori e per i quali è previsto, secondo i trend, un aumento significativo delle vendite online, come conferma Ansa in questo articolo.

L’importanza dell’hosting in un progetto digitale

La scelta del miglior hosting è di importanza essenziale: l’hosting provider a cui si decide di affidarsi avrà, infatti, il compito di fornire un server sempre funzionante, che manterrà attivo il sito web e gli permetterà di lavorare costantemente e senza interruzioni. Da esso dipenderanno quindi le prestazioni del sito web e la sua reperibilità, ma anche la sua velocità di caricamento e la sua affidabilità.

Sempre dalla qualità dell’hosting dipende anche la sicurezza del sito, la sua invulnerabilità agli attacchi esterni e la fruibilità dei suoi contenuti da parte degli utenti finali in navigazione su internet. Esistono hosting di numerose tipologie e disponibili a diversi prezzi, ma per valutare quale sia il migliore è necessario considerare le proprie personali esigenze, nel breve e nel lungo periodo.

Può essere infatti inutile puntare su un hosting iper performante e costoso, quando l’obiettivo è quello di dare vita a un piccolo blog personale che accoglierò poche decine di visitatori al mese. Ma può anche essere controproducente sottostimare le esigenze di un progetto di più ampia portata, come ad esempio un e-commerce, allocandolo su un hosting lento e poco funzionale.

È bene ricordare infatti che anche dalle prestazioni del sito web in termini di fruibilità e caricamento dipende il rating assegnatogli dai motori di ricerca come Google: ciò significa che un sito ospitato da un hosting di scarso livello potrebbe avere anche minori probabilità di essere ben posizionato nelle ricerche online e quindi poco visibile ai potenziali utenti target.

server

Le diverse tipologie di hosting

Sono molte le tipologie di hosting e nulla vieta, nella creazione di un sito web, di partire da una categoria di hosting più low budget per poi seguire l’evoluzione del progetto e aumentare la qualità della sua “casa” virtuale. Le più diffuse tipologie di hosting sono l’Hosting Condiviso, l’Hosting VPS, Hosting Dedicato e il Cloud Hosting. Generalmente la scelta iniziale, salvo particolari bisogni, cade sull’hosting condiviso, per poi crescere di pari passo con le aspettative, il traffico del sito e le nuove necessità.

L’Hosting Condiviso

L’hosting condiviso è  il tipo di hosting più diffuso, soprattutto tra le piccole imprese, i liberi professionisti e i privati che creano blog e siti web per scopi personali. In questo tipo di hosting il server viene condiviso con altri client, ovvero con altri utenti, e la gestione dello stesso è demandata all’hosting provider.

Ad essere condivise tra più utenti sono sia la memoria del server, che la sua potenza di calcolo e lo spazio su disco, comportando possibili rallentamenti nel caso di forti picchi di traffico da parte di qualcuno degli utenti. Il costo di un hosting condiviso è in genere molto contenuto (se non gratuito) e la sua amministrazione è estremamente facilitata.

L’Hosting VPS

L’acronimo VPS sta per Virtual Private Server e sta a indicare che gli utenti di questo tipo di server condividono uno spazio comune, ma con una porzione di esso allocata specificamente per loro da parte dell’hosting provider. Saranno quindi riservato una parte di spazio e di memoria, nonché una quantità di potenza di elaborazione, che può essere utile soprattutto per quei progetti in veloce crescita.

Qualunque picco di traffico può essere più facilmente gestito e supportato da un hosting VPS e lo spazio virtuale allocato gode di maggiori possibilità di personalizzazione. Di contro, i costi possono essere più elevati e le skills tecniche per gestire questo tipo di hosting iniziano a essere più avanzate.

L’Hosting Dedicato

Un hosting dedicato equivale sostanzialmente a un server fisico dedicato, appunto, al proprio sito web, senza alcuna condivisione. I margini di configurazione sono ovviamente molto più elevati, così come la personalizzazione dei servizi e dell’ambiente virtuale.

Tutte le risorse del server sono incanalate in un unico progetto, fatto che rende l’hosting dedicato perfetto per i grandi piani e le imprese che hanno bisogno della massima potenza per far funzionare le loro attività virtuali (come ad esempio complesse piattaforme gestionali o store online). A crescere sono anche le competenze indispensabili per gestire e amministrare le funzionalità dell’hosting.

Il Cloud Hosting

Il Cloud Hosting è una delle proposte più gettonate sul mercato per via della sua affidabilità. Come funziona? Sostanzialmente l’hosting provider replica ogni sito web su un insieme di server (definiti appunto il cloud, o “nuvola”), azzerando sostanzialmente i tempi di inattività e fornendo una rapida risposta a qualsiasi possibile malfunzionamento.

Qualora uno dei server dovesse riscontrare problemi, il traffico in ingresso viene infatti deviato verso un server alternativo, impedendo che un sito diventi irraggiungibile per i suoi utenti finali. Una soluzione sempre più apprezzata, che tuttavia può avere costi molto variabili a seconda delle configurazioni.

La scelta del miglior hosting dipende, quindi, dalle proprie specifiche necessità. Per semplificare la scelta a chi si affaccia al mondo virtuale, oggi, esistono anche hosting gratuiti e inclusi in efficienti pacchetti completi dedicati alla creazione di un sito web. È la scelta adottata, ad esempio, dall’azienda IONOS, che propone ai suoi clienti pacchetti MyWebsite, ossia kit completi per la creazione di un nuovo sito, consentendo a chiunque di realizzare il progetto digitale che desidera, anche senza specifiche abilità di programmazione.

Di accessori-itech

Consulente seo , inizia anni fa come Web Designer per alcuni progetti di nicchia, aa continuato il suo cammino con la Seo gestendo alcuni blog che in poco tempo sono diventati progetti di riferimento nel web. Attualmente lavora per la Wolf Web Agency a Moncalieri.